Psicodramma: vissuti in scena

Una Storia

Psicodramma: Una Storia

In questo caso, un Gruppo di adolescenti, lo stimolo proposto per il Riscaldamento è un brano di musica elettronica. Un gruppetto di ragazzi volontari, su invito del direttore, si portano al centro della scena. L'ambiente è in

penombra.

Si propone loro la seguente consegna: "Camminate qui in mezzo e lasciatevi condurre dalla musica. Lasciate che la musica penetri in voi e vi guidi" Ogni tanto la musica si interrompe e si chiede ai ragazzi sulla scena di descrivere i sentimenti provati e le immagini rievocate dalla musica. Dopo aver interrotto la musica quattro o cinque volte, viene scelta come protagonista Lisa. Aveva sempre la stessa immagine e si sentiva molto a disagio ed oppressa.

Racconta questa fantasia: "Ho visto cinque minatori in fila che lavoravano con il piccone e la pala. Davanti a loro un cantante negro. Il negro canta e sembra divertirsi, tiene i pugni stretti, mentre i minatori lavorano sodo, si affaticano e sono sudati". Lisa ricostruisce la scena scegliendo tra il pubblico cinque persone che rappresentano i minatori ed una ragazza impersona il cantante negro che volta le spalle agli altri personaggi. Lisa assume il ruolo di ogni personaggio e gli dà voce. I primi quattro minatori ripetono incessantemente: "Dobbiamo lavorare! Dobbiamo lavorare! Sono stanco, ma DEVO lavorare!" Il cantante negro canta a squarciagola una canzone jazz, non dice nulla, stringe i pugni ed urla. Le viene chiesto: "Se i minatori fossero membri della tua famiglia, chi metteresti in quella posizione? Risponde: "TUTTI!" In famiglia sono in cinque come i minatori: padre, madre, fratello minore, nonna materna e Lisa.

Il direttore chiede: "Chi può essere il cantante negro?" Risponde: "Io, Sono io". Prende il ruolo dei genitori e della nonna nella posizione dei minatori e dando voce ai personaggi elenca una serie di doveri. Arrivata al suo posto dice, continuando a mimare il minatore che usa il piccone: "Devo studiare, devo aiutare in casa, devo essere gentile, devo essere buona, devo pregare, devo aiutare mio fratello, devo... Attraverso la drammatizzazione di una scena a tavola in famiglia, si scopre che l'ideologia prevalente in casa è quella della nonna che pone dei doveri a tutti e solo col fratello minore è meno rigida.

Dal soliloquio risulta chiaro che il cantante negro rappresenta la rabbia, la ribellione, la parte di Lisa che vuole essere libera, ma che si sente in colpa per questo suo desiderio. Sente anche che il fratello gode di privilegi e crede che ciò sia dovuto al fatto che è in maschio. L'immagine del cantante negro è piena di simboli ed è affascinante vedere come siano tutti condensati in un unico personaggio. L'ambivalenza per la sua sessualità: è un cantante , ma Lisa dà il ruolo ad una ragazza; la rabbia è rappresentata dai pugni stretti; la ribellione ed il desiderio di libertà nella canzone jazz cantata a squarciagola; il senso di colpa nel nero (il nero, almeno nell'inconscio dei bianchi, simbolo anche di sporco e di "peccato").

Il sentimento che prevale in Lisa, dopo le drammatizzazioni, è la rabbia. Rabbia verso la nonna che sovrasta i genitori; verso i genitori che non assumono completamente il ruolo, non la proteggono e si lasciano guidare dalla nonna. Rabbia verso il fratello più piccolo che, essendo maschio, è gratificato nel suo lavoro. Nella fase dei commenti e dell'analisi alcuni ragazzi, identificandosi con Lisa, esprimono quello che hanno sentito. Si sono identificati, per esempio, nella rivalità fraterna, nelle richieste del Super Io, nella difficoltà ad assumere il ruolo sessuale, nella rabbia verso i genitori. Si crea un clima carico di tensioni, ma che permette l'espressione di conflitti profondi. La catarsi, avvenuta attraverso scambi di affetto, pianto e riflessione, porta a passare dalla rabbia, dal disagio e dal pianto ad una elaborazione comune dei propri conflitti.

How to choose the best web hosting company and put your business to the next level.
Dott.ssa Lucia Moretto - Via XIII Martiri, 6 - 30027 San Donà di Piave (VE) P.Iva 02220170274
Joomla Templates designed by Joomla Hosting